Amblygobius Phalaena

Amblygobius Phalaena Amblygobius Phalaena aquabase.it

L'Amblygobius Phalaena fa parte della famiglia Gobiidae (gobidi); ha un corpo allungato non eccessivamente snello, ma di piccole dimensioni, per cui riesce a nascondersi con abilità tra gli anfratti disponibili. È dotato di due pinne dorsali separate e le pinne ventrali sembrano fondersi insieme a formare una superficie che funge quasi da ventosa per ancorarsi ai vari substrati. Non presenta la vescica natatoria che effettivamente risulta praticamente superflua essendo un pesce estremamente sedentario e statico.

Informazioni aggiuntive

  • Nome scientifico Amblygobius phalaena
  • Famiglia Gobiidae
  • Provenienza Oceano Pacifico, Bali, Filippine e isole Ryukyu (Giappone)
  • Dimensioni 12 cm. (massime rilevate)
  • Temperatura 22°-30°C, optimum 24°-26°C
  • pH 8.1-8.4
  • Habitat Si insedia in lagune di barriera su sabbia e ghiaia coralline tra i 2 e i 20 metri di profondità in zone illuminate.
  • Alimentazione Onnivoro, consuma con piacere cibo surgelato e liofilizzato. Se l’acquario è equilibrato e nel complesso viene somministrato abbastanza cibo può anche non essere direttamente alimentato.
  • Comportamento Vive sia da solo che in coppia e convive bene con pesci di altre specie e crostacei.
  • Dimorfismo sessuale Non è presente dicromatismo sessuale, si può verificare il sesso grazie alla papilla genitale che però non è di facile osservazione per cui risulta molto difficoltoso da stabilire.
  • Riproduzione Non è stata descritta però sembra non richiedere condizioni particolari, infatti le uova sono deposte più volte in acquario, rimanendo adese alle cavità che le contengono tramite filamenti. Sono di forma ovale allungata.
  • Allevamento in acquario Specie di facile allevamento anche per principianti, apprezza fondi sabbiosi o molli in generale con aggiunta di pietre piatte sotto le quali possono scavare delle cavità con la bocca. Inizialmente possono essere sfuggenti e si nasconderanno quando vi avvicinerete all'acquario. Da evitare di posizionare vicino alla loro tana invertebrati delicati, in quanto potrebbero inavvertitamente ricoprirli di sabbia durante le loro attività di scavo.
Letto 1884 volte
Altro in questa categoria: « Ptereleotris zebra
Devi effettuare il login per inviare commenti

Il sito aquabase.it utilizza cookie tecnici necessari al suo corretto funzionamento, e cookie di terze parti utili alle finalità specificate nella Privacy Policy

Cliccando su OK o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie, anche in ordine alla loro disattivazione, consulta la Privacy Policy