Aquabase

Aquabase

Mercoledì, 26 Agosto 2015 17:43

Neritina Pulligera (Black Helmet)

Approfondimento Black Helmet

Classificazione e caratteristiche
C'è ancora un po' di confusione sulla classificazione di questa lumaca, il cui guscio assomiglia a un elmetto militare, da cui il nome più diffuso ed utilizzato per la sua commercializzazione: black helmet o military helmet snail.
A volte classificata come Filopaludina sp., altre come Neritina abalon o Neritina violacea. In realtà è sì un'appartenente della famiglia Neritidae, ma la specie è pulligera.
La confusione molto probabilmente è sorta per via della sua variante di colore in natura, infatti la Neritina pulligera ha la conchiglia generalmente marrone scuro con i margini sottostanti arancioni, ma per la commercializzazione si ricercano esemplari molto più scuri, spesso completamente neri.

Tra mito e realtà
La famiglia Neritidae prende il nome da Nerito, dio greco minore, unico figlio maschio di Nereo e Doride e fratello delle 50 Nereidi. Il mito racconta che Afrodite si innamorò di Nerito e voleva che stesse con lei nell'Olimpo. Nerito però rifiutò la sua offerta per rimanere in mare con la sua famiglia. Afrodite, allora, per vendicarsi lo tramutò in una conchiglia.

Distribuzione e ciclo vitale
In natura la troviamo distribuita in un areale davvero esteso: nord dell'Australia, in molte isole del Pacifico (Comore, Figi, Guam, Nuova Caledonia, Palau, Papua Nuova Guinea, Micronesia, Isole Salomone, Vanuatu), Indonesia (Bali, Irian Jaya, Jawa, Kalimantan, Molucche, Sulawesi, Sumatera), Malesia, Tailandia, Filippine, India (Isole Andamane, Nicobare), Mauritius, Rodrigues, Reunion, Seychelles, Kenya, Tanzania, Sud Africa, Mozambico, Madagascar, Okinawa e Borneo.
Molto probabilmente, il segreto del suo "successo geografico" è dato dal suo ciclo vitale, infatti, pur essendo un gasteropode di acqua dolce, il suo stadio larvale si sviluppa in acque salmastre e salate.
La larva, in genere, di tutti i gasteropodi acquatici è detta veliger ed è planctotrofica (ovvero si nutre di plancton). Essa possiede due strutture ciliate ai lati come a formare un paio di ali, che le permettono di nuotare attivamente nella colonna d'acqua, finché ad accrescimento completato non aderisce ad un substrato e metamorfosa in un individuo adulto.
Tutti gli appartenenti alla famiglia Neritidae presentano sessi distinti ed è persino possibile distinguerlo, ma solo se la femmina è stata fecondata almeno una volta. Potreste vedere addirittura le uova che si presentano come dei pois bianchi ben visibili sul dorso della madre o, dato che esse deteriorano velocemente in acqua dolce, potreste vedere dei cerchietti bianchi che indicano il luogo al quale erano adese.

In acquario
Lumaca molto utile e ricercata in acquariofilia per la voracità con la quale attacca le alghe, anche le più difficili da rimuovere, ovvero le alghe nere a pennello (Audoinella violacea), senza danneggiare minimamente le piante.
La Neritina pulligera può essere ospitata in tutti i tipi di acquario, con tutti i tipi di pesci ma preferibilmente in acque dure: acque sufficientemente ricche di minerali per la costruzione del guscio, per lo più calcareo. Evitare, per quasi tutti i gasteropodi acque acide in quanto hanno un effetto erosivo sulla conchiglia.
La Neritina pulligera resiste addirittura agli attacchi di altri organismi noti come "mangia-lumache" come Botia o la stessa lumaca killer, Anentome helena. Questo è possibile perchè la pulligera tiene piede e mantello (le sue parti carnose) ben nascosti sotto la conchiglia, lasciando intravedere solo le antenne.
Non provate la convivenza con i pesci palla d'acqua dolce perchè non avrà il medesimo successo, in quanto tali pesci sono capaci di rompere anche le conchiglie più dure.

Lunedì, 08 Luglio 2013 12:14

Zoanthus sp

Zoanthus sp., detto anche Button polyps o Sea mats, appartiene alla famiglia Zoanthidae. Forma colonie di polipi che creano un tappeto vivente di incredibile bellezza, essendo caratterizzato da colori davvero brillanti: dalle sfumature di verde al marrone e grigio, con sprazzi di toni accesi di rosso, giallo, blu, arancione, rosa e viola.  È quindi costituito da molteplici polipi che si ancorano ad una roccia e sono connessi dal cenenchima, un tessuto che assume portamento strisciante e permette l’insediamento della colonia, con la formazione di lamelle e stoloni che si aggrappano saldamente al substrato.

Lunedì, 08 Luglio 2013 11:30

Pomacentrus Coeruleus

Pomacentrus coeruleus, conosciuto anche come Damigella blu, appartiene alla famiglia Pomacentridae. Ha una forma molto simile ai pesci “damigella”, quindi con profilo ovale ed appiattito lateralmente, ma rimane rispetto ad essi più allungato. Presenta inoltre il bordo dell’opercolo branchiale seghettato. La livrea è di base di colore azzurro intenso, che rende visibili le squame con delle sfumature brillanti.

Lunedì, 08 Luglio 2013 11:13

Paracyprichromis Nigripinnis

Paracyprichromis nigripinnis, detto anche Black fin cichlidBlue neon, appartiene alla famiglia Cichlidae (cilcidi africani del lago Tanganika). Di forma allungata e slanciata, ha una livrea attraente. Infatti sul fondo aranciato presenta delle striature di un blu brillante sulla parte alta delle pinne, tranne quelle pettorali, e lungo il muso ed i fianchi che spiegano il suo nome comune. La femmina, meno sgargiante, ha la porzione superiore della pinna dorsale di una colorazione blu scuro mentre la pinna anale è gialla.

Lunedì, 08 Luglio 2013 11:10

Megalamphodus Megalopterus

Megalamphodus megalopterus, conosciuto anche come Tetra fantasma nero, appartiene alla famiglia Characidae. Di colorazione grigia con sfumature argentee, presenta una caratteristica striscia nera verticale dietro le branchie ed una tonalità più scura man mano che si va verso la pinna caudale. Anche la pinna dorsale risulta scura. La forma del corpo è tipica degli Hyphessobrycon, risulta infatti compressa ai fianchi con un profilo ventrale marcato e testa a punta.

Lunedì, 08 Luglio 2013 11:05

Kryptopterus Bicirrhis - Pesce Fantasma

Kryptopterus bicirrhis, conosciuto anche come Siluro di vetro indiano, Pesce fantasma o Oltretomba, Pesce coltello trasparente, Pesce di vetro, Pesce gatto di vetro, appartiene alla famiglia Siluridae. La caratteristica principale è la colorazione praticamente assente che rende visibile gli organi interni racchiusi in una sacca argentea e lo scheletro. Il corpo è allungato e compresso lungo i fianchi, con pinna dorsale quasi inesistente, costituita da uno o pochissimi raggi, al contrario di quella anale che è lunga e separata dalla caudale, biforcuta ed asimmetrica. La bocca disposta centralmente è dotata di barbigli. È caratterizzato da un nuoto ondulato con testa in alto e coda rivolta verso il basso.

Lunedì, 08 Luglio 2013 10:57

Hyphessobrycon Herbertaxelrodi

Hyphessobrycon herbertaxelrodi, conosciuto anche come Tetra nero, Black neon o Black neon Tetra, appartiene alla famiglia Characidae. Di colorazione grigia-olivastra con sfumature bronzee e ventre argentato, presenta una caratteristica striscia nera orizzontale e centrale appena al di sotto di un’altra striscia di colore bianco avorio tendente al verde. La forma del corpo è tipica degli Hyphessobrycon, risulta infatti compressa ai fianchi con un profilo ventrale convesso. Le pinne sono trasparenti con una tenue bordatura grigia, ed è presente una piccola pinna adiposa. Caratteristica è la parte superiore dell’occhio colorata di rosso.

Lunedì, 08 Luglio 2013 10:54

Enoplometopus Debelius

Enoplometopus debelius, detto anche Aragosta tropicale o Purple/Orange Reef Lobster, appartiene alla famiglia Nephropidae. Presenta una colorazione dal bianco al lavanda con delle macchiette, strisce ed anelli arancioni o viola; tali colori sono davvero brillanti. Si distingue dalle altre aragoste per via del fatto che solo il primo paio di pereiopodi è una coppia di chele completamente formate. Si accresce tramite mute.

Lunedì, 08 Luglio 2013 10:43

Cyphotilapia Frontosa giovane

Cyphotilapia frontosa, detto anche Ciclide dalla grossa fronte, appartiene alla famiglia Cichlidae (ciclidi del lago Tanganika-Kigoma). Ha un corpo dalla forma ovoidale, più piatto posteriormente, ed è caratterizzato da un vistoso rigonfiamento della fronte, dovuto ad accumulo di grasso, in entrambi i sessi. Ha delle pinne molto sviluppate e quelle situate nella parte ventrale terminano con porzioni strette ed allungate e la pinna dorsale presenta nella parte posteriore dei raggi allungati e flessibili. La livrea è di base azzurro-turchese come lo sono anche le pinne, di cui quelle inferiori di una sfumatura più chiara. Presenta sette bande verticali scure sul corpo ma non sulla coda. Sulla parte anteriore della testa ha una macchia di un azzurro intenso. Ha labbra carnose localizzate molto in basso, in posizione quasi ventrale.

Lunedì, 08 Luglio 2013 10:40

Crisiptera Parasema

Chrysiptera parasema, conosciuto anche come Damigella coda gialla, appartiene alla famiglia Pomacentridae. Ha il corpo piatto lateralmente e più sviluppato in altezza rispetto ad altre specie della stessa famiglia. La piccola bocca si trova all’estremità più prominente della testa. È dotato di pinne dorsale ed anale sviluppate ma la principale caratteristica è la livrea: infatti la colorazione di fondo è di un blu brillante spezzata solo dal giallo intenso della coda. Se spaventato la livrea si scurisce sensibilmente.

Il sito aquabase.it utilizza cookie tecnici necessari al suo corretto funzionamento, e cookie di terze parti utili alle finalità specificate nella Privacy Policy

Cliccando su OK o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie, anche in ordine alla loro disattivazione, consulta la Privacy Policy