Iodotropheus Sprengerae

Labeotropheus Sprengerae Labeotropheus Sprengerae aquabase.it

Iodotropheus sprangerae, conosciuto anche come Rusty cichlid, appartiene alla famiglia Cichlidae (ciclidi africani del lago Malawi). È uno mbuna nano, di color ruggine, da qui il soprannome “rusty”. Nel maschio è evidente anche una striscia blu lungo i fianchi, inoltre essi presentano delle macchie ovoidali chiare sulla pinna anale più numerose che nelle femmine. La caratteristica distintiva di questa specie è la conformazione della bocca, sia per la particolare dentatura che per il labbro superiore che è collegato alle gengive da un frenulo.

Informazioni aggiuntive

  • Nome scientifico Iodotropheus sprangerae
  • Nome comune Rusty cichlid
  • Famiglia Cichlidae
  • Provenienza Endemico del lago Malawi-Cninyamwezi, Chinyankwazi e isole Boadzulu
  • Dimensioni 9 cm.
  • Temperatura 22-27°C
  • pH 7.5-8.5
  • Habitat Localizzato prevalentemente in zone rocciose, su massi di grandi dimensioni, anche piatti, lo si rintraccia anche in zone intermedie dove c’è un maggiore accumulo di detriti.
  • Alimentazione Si nutre dell’aufwuchs, cioè lo strato di alghe che si forma sulle rocce dove sono presenti anche crostacei e plancton. In acquario risulta quindi onnivoro ed accetta sia cibo secco che vivo o congelato; non bisogna fargli mancare la componente vegetale anche in forma di verdura come spinaci.
  • Comportamento Di indole pacifica.
  • Dimorfismo sessuale A prima vista maschi e femmine sembrano uguali, ma i maschi in genere sono di dimensioni maggiori con colori più sgargianti e pinne più allungate, inoltre su quella anale presentano più macchie colorate delle femmine.
  • Riproduzione Non forma coppie stabili, bensì nel periodo riproduttivo il maschio si mette in mostra attirando le femmine di passaggio verso il luogo prescelto per l’accoppiamento. La femmina viene ivi condotta e prima di procedere al vero e proprio atto riproduttivo, eseguono insieme dei movimenti preparatori, dopodiché la femmina comincerà a rilasciare le uova (5-60), che prenderà subito in bocca. La fecondazione avviene infatti nella bocca materna, dopo che la femmina, attirata dalle macchie chiare simili a uova sulla pinna anale del maschio, vi si avvicinerà e ne permetterà la fecondazione. Gli avannotti color ruggine escono dalla bocca della madre dopo circa 3 settimane di incubazione.
  • Allevamento in acquario Necessita di vasche di almeno 100 litri se si vuole accogliere un maschio con una manciata di femmine. Si possono, in una vasca più grande, inserire più maschi in quanto l’aggressività è limitata. Essendo pacifico potrebbe essere stressato da altre specie più aggressive, che quindi è bene evitare; si può abbinare con Aulonocara, Protomelas e Copadichromis, nonché Labidochromis caeruleus. L’allestimento deve prevedere rocce sistemate in modo da fornire luoghi riparati e piccoli anfratti; le piante non sono essenziali ma possono essere inserite Vallisneria o Anubias in maniera sporadica.
Letto 1684 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Il sito aquabase.it utilizza cookie tecnici necessari al suo corretto funzionamento, e cookie di terze parti utili alle finalità specificate nella Privacy Policy

Cliccando su OK o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie, anche in ordine alla loro disattivazione, consulta la Privacy Policy