Hyphessobrycon bentosi ornatus

Hyphessobrycon bentosi, conosciuto anche come Tetra ornato, appartiene alla famiglia Characidae. Di colorazione rosa chiaro, più sfumata nella parte inferiore. La forma del corpo è romboidale, con profilo del ventre convesso. Le pinne sono arancio-rossastre, la dorsale presenta una bordatura bianca. In età giovanile si confonde facilmente con l’Hyphessobrycon eques.

Informazioni aggiuntive

  • Nome scientifico Hyphessobrycon bentosi (Durbin, 1908)
  • Nome comune Tetra ornato
  • Famiglia Characidae
  • Provenienza Sud America, Rio delle Amazzoni e Rio Negro
  • Dimensioni 4–4,5
  • Temperatura 24–28
  • pH 5.5–7
  • Descrizione Di colorazione rosa chiaro, più sfumata nella parte inferiore. La forma del corpo è romboidale, con profilo del ventre convesso. Le pinne sono arancio-rossastre, la dorsale presenta una bordatura bianca. In età giovanile si confonde facilmente con l’Hyphessobrycon eques.
  • Habitat Gradisce acque a lento scorrimento in zone con vegetazione folta, sia sommersa che galleggiante.
  • Alimentazione In generale risulta onnivoro ed accetta in acquario i mangimi tradizionali, che però è buona norma alternare con cibo vivo o congelato.
  • Comportamento Nel complesso pacifico e gregario, si mostra aggressivo per breve tempo solo a causa di lotte gerarchiche, non letali.
  • Dimorfismo sessuale Il maschio ha la pinna dorsale più allungata e colorazione più intensa da adulto rispetto alla femmina.
  • Riproduzione La fecondazione delle uova avviene a seguito del rilascio simultaneo dei gameti. Le uova si adagiano sul fondo o sulla vegetazione e devono essere protette anche dai genitori che potrebbero cibarsene. La prole che ne scaturirà già dopo circa un giorno non sarà soggetta a cure parentali. Dopo pochi giorni, esaurito il sacco vitellino, i piccoli in acquario dovranno essere alimentati con naupli di artemia e mangimi specifici. L’evento riproduttivo in acquario non è facile da ottenere.
  • Allevamento in acquario Pacifico e socievole, necessita di essere allevato in gruppi di almeno 8 individui, in vasche di almeno 60 litri, per non sviluppare comportamenti aggressivi. Apprezza una folta vegetazione e la presenza di legni di torbiera, disposti in modo da lasciare spazio per il nuoto. Può essere inserito in acquario con altri caracidi o comunque con specie delle stesse dimensioni.
Letto 3920 volte
Devi effettuare il login per inviare commenti

Il sito aquabase.it utilizza cookie tecnici necessari al suo corretto funzionamento, e cookie di terze parti utili alle finalità specificate nella Privacy Policy

Cliccando su OK o proseguendo nella navigazione di questo sito acconsenti all'uso dei cookie. Per maggiori informazioni sui cookie, anche in ordine alla loro disattivazione, consulta la Privacy Policy